materainternationalphotography.com logo

Patrick Zachmann



Dal 1980, Patrick Zachmann ha prodotto acclamati progetti a lungo termine che utilizzano la fotografia per esplorare temi di memoria, identità e immigrazione. Ha documentato la diaspora cinese, l'identità ebraica e la difficile situazione dei migranti a Marsiglia, spingendosi nel frattempo a sovvertire il suo "stile" lavorando sia analogico che digitale, a colori e in bianco e nero, e usando formati multimediali. "Non voglio ripetermi come fanno molti fotografi sviluppando uno stile speciale", dice della sua pratica.

Zachmann è nato nel 1955 a Choisy-le-Roi, in Francia, ed è diventato un fotografo freelance nel 1976. Nel 1982 ha iniziato un progetto approfondito sulla polizia e la mafia di Napoli, che ha portato alla sua prima monografia, Madonna! (1983), accompagnato da un romanzo immaginario ispirato alle sue immagini. In seguito iniziò uno studio di sette anni sull'identità ebraica in Francia finendo con la sua stessa famiglia che portò al suo secondo libro, Enquête d'identident. Un Juif à la Recherche de sa Mémoire / Investigation of Identity. Un ebreo in cerca della sua memoria (1987).

Nel 1989, la sua copertura degli eventi in Piazza Tiananmen, Pechino, è stata ampiamente pubblicata sulla stampa internazionale. Nello stesso anno gli è stato assegnato il prestigioso Prix Niépce per il suo lavoro. Per celebrare il ventesimo anniversario degli eventi in Piazza Tiananmen a Pechino nel 1989, Zachmann ha realizzato un documentario web "Generation Tiananmen" nel 2009, mostrato sui siti web di Le Monde, Der Spiegel e Al Jazeera.

È rappresentato dalla Magnum Gallery, dalla Clair Gallery (München) e dalla Beaugeste Gallery (Shanghai). Zachmann è entrato in Magnum nel 1985 ed è diventato membro nel 1990.
©ADG
Link
https://www.materainternationalphotography.com/patrick_zachmann-s3107

Share link on
CLOSE
loading